Ophelinha

About me

Gender FEMALE
Links Audio Clip
Introduction Lit-nerd, topo di biblioteca, bevitrice di Chablis. Sogno di prendere un tè a casa di Jane Austen con Ofelia e Anna Karenina e fare la groupie di Leonard Cohen. Credo negli eteronimi e in quella che Tabucchi definisce la “confederazione di anime”:scrivo come Ophelinha Pequena, regina senza corona e senza regno degli amori impossibili e mai realizzati, eteronimo romantico e démodé definito, prendendo in prestito le parole di Churchill, “a riddle, wrapped in a mystery, inside an enigma”. Scrivo di letteratura, di poesia, di libri e di altre cose che mi passano per la testa, non necessariamente in quest'ordine. A volte scrivo poesie e racconti che sono farina del mio sacco, come lo sono le traduzioni, se non altrimenti indicato. Insonne cronica, sognatrice di professione, precaria per necessità, sono alla costante ricerca del mio Heimat, il mio posticino del mondo. Ho pubblicato con Errant Editions La ragazza del bar di Cuba e Femminili, singolari, due raccolte di racconti. Potete contattarmi scrivendomi un'email a ophelinha.pequenaATgmail.com. Scribacchio in Inglese su http://ophelinhap.tumblr.com/
Interests Letteratura, poesia, teatro, scrittura, lettura